13.03.2012

“Incidenti in mare e normativa: profili di ambiente e sicurezza”

Luciano Butti
Ambiente & Sicurezza, Il Sole 24 Ore, 2012, n.5, p.79

Una grossa nave da crociera stiva nei propri serbatoi grandi quantitativi di carburante che rappresentano, laddove non siano completamente recuperati in seguito al naufragio, un grave rischio per l’ambiente. Il rischio di contaminazione in caso di incidente può derivare, non solo dal carburante, ma anche dai detersivi, disinfettanti, solventi e oli di varia natura, che presentano anch’essi un significativo potenziale inquinante, per non parlare del destino del relitto.
La quantificazione dei danni ambientali e dei rischi derivanti dalla sicurezza del lavoro, in presenza di vittime tra i passeggeri, sono temi estremamente complessi che necessitano un’analisi approfondita e multidisciplinare.

Back to list