09.05.2006

“Dalle autorizzazioni ai valori limite tutti i cambiamenti sulla tutela dell’aria”

Luciano Butti,
A. Martelli,
Ambiente & Sicurezza, Il Sole 24 ore, 2006, n. 9, p. 124.

La nuova disciplina sulla tutela dell’aria si rivolge a impianti industriali, impianti termici civili e ai combustibili. Per quanto riguarda il primo segmento, le principali novità riguardano le definizioni (tra cui <> e <>), le procedure autorizzatorie per il gestore, che deve richiedere una specifica autorizzazione per installare un impianto nuovo o trasferire un impianto da un luogo a un altro, e le sanzioni previste per l’installazione o l’esercizio di un impianto o di una attività senza autorizzazione, la modifica sostanziale dell’impianto senza autorizzazione e la violazione dei valori limite di emissione o delle prescrizioni stabilite dall’autorizzazione. Gli Allegati disciplinano i valori di emissione, i grandi impianti di combustione, alcuni inquinanti particolari (polveri, COV, ecc.), gli impianti in deroga, gli impianti di distribuzione di benzina e gli impianti termici e i combustibili. Articolato il regime transitorio.

Back to list