26.12.2006

“Dopo la prima correzione del D. Lgs. 152 quali sviluppi per il Codice ambientale?”

Luciano Butti,
Ambiente & Sicurezza, Il Sole 24 Ore, 2006, n. 1, p. 46.

Con la pubblicazione del D.Lgs. n. 284/2006, prende forma l’opera di riforma del D.Lgs. n. 152/2006, le cui tappe successive prevedono la conversione in legge del D.L. n. 262/2006 (cosiddetto “decreto fiscale”), di modificato della riscossione volontaria o coattiva della tariffa del servizio idrico integrato e l’entrata in vigore (entro il 31 gennaio 2007) delle norme del Codice in materia di VIA. Con successivi decreti saranno indicate quali disposizioni del D.Lgs. n. 152/2006 su suolo, acque, rifiuti e bonifiche continueranno ad applicarsi e quali saranno abrogate, ma anche adottate più complete norme correttive e integrative del Codice. Per effetto del D.Lgs. n. 284/2006 vengono soppresse le Autorità di vigilanza su risorse idriche e rifiuti, vengono “ricostituiti” il Comitato per la vigilanza sull’uso delle risorse idriche e l’Osservatorio nazionale sui rifiuti ed è prorogato il termine per l’adeguamento dello Statuto del Conai alle regole sulla concorrenza.

Back to list