04.03.2008

“Bonifiche: dopo i casi nazionali i siti di interesse pubblico per la riconversione industriale”

Federico Peres,
Ambiente & Sicurezza, Il Sole 24 Ore, 2008, n. 5, p. 95.

Una delle maggiori novità introdotta dal decreto correttivo in materia di bonifiche dei siti inquinati è l’istituzione dei <> (da individuare con uno o più decreti), all’interno dei quali dovranno trovare conciliazione due interessi contrapposti (ambientale alla bonifica ed economico allo sviluppo). Numerose le questioni da risolvere, dalla tempistica per la duplice Conferenza di servizi all’individuazione del responsabile della contaminazione, dai criteri con i quali individuare questi siti ad altri passaggi della nuova legislazione da chiarire come, ad esempio, la ragione per la quale la nuova disciplina si applichi solo ai fatti di inquinamento antecedenti il 20 aprile 2006 e il principio sulla cui base è stato previsto, al comma 2, che <>.

Back to list