16.09.2014

Nuove norme sulla classificazione dei rifiuti pericolosi: l’obbligo di considerare il composto “peggiore”

Pubblichiamo sul nostro sito un breve articolo dell’avv. Luciano Butti che illustra e commenta il significato di una disposizione contenuta nella recentissima legge 11 agosto 2014 n. 116, di conversione del D.L. 24 giugno 2014 n. 91.
La nuova disposizione riguarda i criteri attraverso i quali si deve attribuire, sulla base delle analisi, la caratteristica di “pericolosità” ai rifiuti.
Essa contiene criteri più rigidi di quelli applicati, sulla base delle norme europee, in altri Paesi.
Considerata la cronica carenza, in Italia, di impianti per il trattamento di rifiuti pericolosi, l’effetto pratico della nuova disposizione sarà quello di aumentare la esportazione in Germania di rifiuti industriali italiani. Con costi economici e ambientali che non ci possiamo permettere.

Back to list