04.02.2015

“Gestione non autorizzata di rifiuti: la Corte di Cassazione interviene sul regolamento “end of waste””

Andrea Rizzo,
D. Michelazzo,
Ambiente & Sicurezza, New Business Media, 2015, n. 2, p. 57.

Il dott. Andrea Rizzo e l’avv. Diana Michelazzo commentano una recente sentenza della Corte di Cassazione penale (sez. III, 17 ottobre 2014 n. 43430) che interviene sulla gestione non autorizzata di rifiuti alla luce delle disposizioni del Regolamento UE 333/2011 in materia di “End of Waste” (EoW), precisandone la non retroattività.
Nella sentenza in commento, in particolare, la Corte specifica che le disposizioni europee, nella misura in cui prescrivono una serie di condizioni ai fini della cessazione della qualifica di rifiuto, non trovano applicazione retroattiva per via della loro natura preventiva.

Torna all'elenco