17.02.2016

“Test di cessione su materiale di riporto e valori CSC per acque sotterranee”

Alessandro Kiniger,
Ambiente & Sicurezza, New Business Media, 2016, n. 3, p. 109.

Nota a sentenza TAR Lombardia, Milano, sez. III, 14 dicembre 2015, Pres. Leo, est. Mameli.

In tema di test di cessione sui materiali di riporto, il comma 2 dell’art. 3 del d.l. n. 2/2012 non opera un generico riferimento al DM 5 febbraio 1998. Il rinvio è infatti limitato all’art. 9, ai soli fini delle metodiche da utilizzare per escludere rischi di contaminazione delle acque sotterranee. Da ciò consegue che i parametri cui è necessario fare riferimento sono i valori di cui alla Tabella 2 dell’Allegato 5 al Titolo V della Parte Quarta del d.lg. n. 152/2006.

Per la versione integrale della Rivista clicca qui.

Back to list