23.05.2017

Nuovo schema di D.P.R. sulle terre e rocce da scavo

Il Consiglio dei Ministri del 19 maggio 2017 ha approvato in via definitiva un nuovo schema di decreto sulla gestione delle terre e rocce da scavo in sostituzione della prima versione del provvedimento, approvata il 14 luglio 2016. Il testo del luglio 2016 era stato restituito alla Presidenza del Consiglio dei Ministri per l’adeguamento alle osservazioni contenute nei pareri delle Commissioni Parlamentari in relazione all’art. 27, relativo alle disposizioni intertemporali, transitorie e finali. In particolare, nella nuova formulazione è stato abrogato il comma 5 dell’art. 27 ed è stato modificato il comma 1, che ora dispone: “i piani di utilizzo già approvati prima dell’entrata in vigore del presente regolamento restano disciplinati dalla normativa previgente, che si applica anche a tutte le modifiche e agli aggiornamenti dei suddetti piani intervenuti successivamente all’entrata in vigore del presente regolamento. Resta fermo che i materiali riconducibili alla definizione di cui all’articolo 2, comma 1, lettera c) del presente regolamento utilizzati e gestiti in conformità 16 ai progetti di utilizzo già approvati ai sensi del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152 e successive modificazioni intervenute o ai piani di utilizzo già approvati ai sensi del decreto ministeriale 10 agosto 2012, n. 161 sono considerati a tutti gli effetti sottoprodotti e legittimamente allocati nei siti di destinazione”. Ora si attende l’emanazione del Decreto del Presidente della Repubblica.

Back to list