14.09.2010

“Ambiente, Nuove modifiche al TUA su VIA, AIA ed emissioni: le disposizioni generali”

Luciano Butti,
Ambiente & Sicurezza, Il Sole 24Ore, 2010, n. 17, p. II

Con il decreto legislativo 29 giugno 2010, n. 128, è stato approvato un nuovo importante decreto correttivo del codice ambientale (D.Lgs. n. 152/2006). Non si tratta, come molti attendevano, delle modifiche in materia di rifiuti e sottoprodotti, “rimandate” a dicembre, presumibilmente in attuazione della legge comunitaria, in sede di recepimento della direttiva 2008/98/CE, sui rifiuti. Il decreto correttivo in esame, invece, entrato in vigore il 26 agosto 2010, contiene innovazioni di notevole importanza in diverse materie, quali principi generali, valutazione di impatto ambientale, autorizzazione ambientale integrata ed emissioni in atmosfera. In questo primo articolo vengono analizzate le modifiche alla parte generale sui principi, inizialmente introdotta dal primo correttivo (D.Lgs. n. 4/2008), mentre i successivi approfondimenti saranno dedicati alle discipline di settore. In particolare, molto importanti sono le variazioni in materia di autorizzazione integrata ambientale (AIA), che, per la prima volta, entra in modo organico nel codice ambientale, con l’obiettivo di accentrare in un unico testo normativo le disposizioni concernenti le diverse autorizzazioni ambientali, la verifica dell’impatto ambientale di nuovi progetti e opere, nonché il raccordo tra le relative procedure amministrative. Altrettanto significative sono le innovazioni in materia di VIA e, soprattutto, di emissioni in atmosfera, settore dove vengono, fra l’altro, riviste importanti definizioni contenute nella precedente normativa, con ricadute pratiche di notevole importanza.

Torna all'elenco