17.02.2004

“Per IPPC, acque e rifiuti in polietilene nuove proroghe dal D.L. n. 355/2003”

Luciano Butti,
Ambiente & sicurezza, Il Sole 24Ore, 2004, n. 3, p. 110.

il D.L. n. 355/2003 contiene alcuni differimenti di termini relativi a tematiche ambientali. In particolare, è rinviata al 30 ottobre 2005 la scadenza del termine per il completamento di tutti i procedimenti amministrativi riguardanti la richiesta e l’ottenimento dell’autorizzazione ambientale integrata (IPPC); viene fatta slittare, inoltre, al 31 marzo 2004, sia l’applicazione delle sanzioni conseguenti alla mancata adesione al Polieco (consorzio per il riciclaggio dei rifiuti di beni in polietilene) sia l’obbligo stesso di adesione per i soggetti (produttori, importatori e trasformatori di beni in questo materiale) non ancora iscritti. Posticipato, infine, al 1° luglio 2044 l’obbligo di estendere i parametri chimici e batteriologici applicati alle acque minerali anche alle acque potabili somministrate nelle collettività e in altri esercizi pubblici, ottenute mediante trattamento attraverso apparecchiature con sistema a raggi ultravioletti.

Torna all'elenco