13.04.2016

“Acque. Consumo e radioattività tutte le novità sui controlli”

Eleonora Malavasi,
F. Belloro,
Ambiente & Sicurezza, New Business Media, 2016, n. 7, p. 80.

Il decreto legislativo 15 febbraio 2016, n. 28, che recepisce la direttiva 2013/51/Euratom, introduce una disciplina specifica per la tutela della salute in relazione alle sostanze radioattive presenti nelle acque destinate al consumo umano, basata sul monitoraggio dei parametri indicatori e dei valori di parametro attraverso un sistema di controlli esterni, eseguiti dall’autorità, e interni, eseguiti dal gestore. Risulta centrale, per il controllo di queste sostanze, il monitoraggio della concentrazione di attività di radon, della concentrazione di attività di trizio, della dose indicativa.
Il provvedimento, che è entrato in vigore dal 22 marzo, riguarda i gestori del servizio idrico integrato, i fornitori a terzi di acqua destinata al consumo umano e le imprese alimentari.

Torna all'elenco