23.12.2008

“Dalla Cassazione ai TAR le ultime principali sentenze in materia di sottoprodotto”

Federico Peres,
Ambiente & Sicurezza, Il Sole 24 Ore, 2008, n. 1, p. 77.

L’art. 183, D.Lgs. n. 152/2006 relativo alle definizioni, ha distinto in maniera chiara la categoria dei sottoprodotti da quella dei rifiuti. Tuttavia, nella pratica l’individuazione e la differenziazione tra sottoprodotti e rifiuti risulta essere più difficoltosa. Due recenti sentenze della Corte di Cassazione in materia di sottoprodotto, la sentenza 29 luglio 2008, n.
31462 e la sentenza 12 settembre 2008, n. 35235, si sono dimostrate rilevanti per fornire chiarezza sull’argomento in questione e hanno offerto lo spunto per analizzare il percorso della giurisprudenza. In particolare, la prima sentenza si è discostata da quanto affermato in passato in giurisprudenza sull’argomento, mentre la seconda ha posto in evidenza l’importanza del valore economico del sottoprodotto per poter essere considerato tale.

Torna all'elenco