09.12.2014

“Conversione “sblocca Italia”: più novità che conferme su TRS, rifiuti e bonifiche”

Federico Peres,
Ambiente & Sicurezza, New Business Media, 2014, n. 23, p. 60.

Un decreto del Presidente della Repubblica, di prossima emanazione, con cui riordinare e semplificare la disciplina sulle terre e rocce da scavo, con l’obiettivo di agevolare gli interventi che ne comportano la gestione; modifiche al D.Lgs. n. 163/2006, al fine di semplificare la procedura di bonifica e messa in sicurezza in caso di appalti pubblici; incentivi procedurali per il ricorso a tecnologie di bonifica innovative; precisazioni sulla recentissima bonifica semplificata di cui all’art. 242-bis introdotta dalla legge n. 116/2014, di conversione del D.L. n. 91/2014. E ancora, un altro D.P.C.M. di futura pubblicazione, per regolamentare la capiacità complessiva di trattamento di rifiuti urbani e assimilati degli impianti di incenerimento in esercizio o autorizzati a livello nazionale e gli impianti di incenerimento con recupero energetico da realizzare per coprire il fabbisogno residuo. Queste sono solo alcune delle misure introdotte dalla conversione del D.L. n. 133/2014 (cosiddetto “decreto sblocca Italia”) a opera della legge n. 164/2014.

Torna all'elenco