06.05.2015

“Rifiuti: sanzioni e “sopportabilità dei costi” prevista per le bonifiche”

Luca Montemezzo,
Ambiente & Sicurezza, New Business Media, 2015, n. 8, p. 95.

Nota a sentenza T.A.R. Veneto, Sez. III, 22 dicembre 2014, n. 1560, Pres. Di Nunzio, Est. Mielli.
Il principio di sopportabilità dei costi è estraneo alla fattispecie dell’abbandono dei rifiuti di cui all’art. 192 del d.lg. n. 152/2006, non interferendo con l’obbligo di rimuovere e smaltire i rifiuti illecitamente abbandonati, in quanto costituisce un criterio per l’individuazione, ove si presentino diverse opzioni, delle migliori tecniche d’intervento da prendere in considerazione per eliminare o ridurre le contaminazioni presenti in siti assoggettati ad interventi di bonifica. Il principio in questione riguarda un diverso ambito normativo (infatti l’art. 239, comma 1, lett. a, del D.lg. 3 aprile 2006, n. 152, prevede espressamente la non applicabilità delle disposizioni sulle bonifiche all’abbandono dei rifiuti) e non costituisce una clausola di esonero da responsabilità.

Torna all'elenco