25.11.2015

“Sul nuovo delitto di omessa bonifica ancora tanti i punti da chiarire”

Luciano Butti, Federico Peres,
Ambiente & Sicurezza, New Business Media, 2015, n. 22, p. 77.

Nell’attesa delle prime pronunce della giurisprudenza è necessario continuare a ragionare sul nuovo reato di “omessa bonifica” (art. 452-terdecies, codice penale) che, tra i nuovi delitti in campo ambientale introdotti dalla legge n. 68/2015, appare quello di più controversa interpretazione. Necessario partire dagli aspetti più critici come l’individuazione del soggetto attivo, la componente oggettiva e quella soggettiva nonchè chiarire in cosa consista quella “bonifica” la cui omessa realizzazione genera la responsabilità penale per il nuovo delitto.

Torna all'elenco