10.08.2016

“Acque. Controlli e campionamenti da parte della Pa”

Eleonora Malavasi,
Ambiente & Sicurezza, New Business Media, 2016, n. 15, p. 109.

Nota a sentenza Cassazione penale, sezione III, 26 giugno 2016, n. 26437, pres. Ramacci, rel. Mengoni.
In tema di campionamenti, il criterio del campione medio prelevato nell’arco di tre ore non costituisce un criterio legale di valutazione della prova e può esser derogato – anche con campionamento istantaneo – in presenza di particolari esigenze individuate dall’organo di controllo, delle quali deve esser data motivazione nel verbale di campionamento.

Torna all'elenco