24.08.2016

“Dragaggi, nuove procedure per i siti di interesse nazionale”

Federico Peres,
S. Cappucci,
Ambiente & Sicurezza, New Business Media, 2016, n. 16, p. 76.

Approvata, da parte del ministero dell’Ambiente, la procedura, a cura di Ispra, Cnr e Iss, per la derivazione dei valori di riferimento in aree marine e salmastre interne alla perimetrazione dei siti di interesse nazionale. E’quanto stabilisce il D.M. 8 giugno 2016, il quale, peraltro, fa registrare, già da una prima lettura, alcune perplessità come la <<strategia per la definizione del livello di riferimento rispetto al contesto ambientale>>, con riferimento a eventuali interconnessioni tra la falda superficiale e profonda, e la struttura dell’allegato al D.M. 8 giugno 2016, organizzato come un articolo scientifico con introduzione, premessa e riferimenti bibliografici, che potrebbe renderne difficoltosa l’applicazione concreta.

Torna all'elenco