23.05.2017

Sentenza n. 75/2017 della Corte Costituzionale in tema di miscelazione

La Corte Costituzionale, con sentenza n. 75 del 12 aprile 2017, ha dichiarato l’illegittimità costituzionale dell’art. 183, comma 3-bis del d.lg. n. 152/2006 sulla miscelazione di rifiuti, ai sensi del quale le miscelazioni non espressamente vietate (vale a dire quelle tra rifiuti non pericolosi o tra rifiuti pericolosi aventi le stesse caratteristiche di pericolosità) non dovevano essere sottoposte ad autorizzazione e, anche se effettuate da impianti autorizzati, non potevano essere sottoposte a prescrizioni ulteriori rispetto a quelle previste per legge. La Corte Costituzionale ha rilevato un contrasto di questa disposizione con quanto previsto dalla Direttiva 2008/98/CE e, nello specifico, ha ritenuto che ogni attività di miscelazione costituisca un trattamento di rifiuti che, come tale, deve essere autorizzato.

Torna all'elenco