03.04.2020

Regione Veneto: arrivate le proroghe ambientali

Con nota trasmessa mercoledì 1° aprile, la Regione Veneto ha comunicato i primi indirizzi operativi nel contesto emergenziale Covid-19 per gli impianti in AIA ed AUA.
La Regione ha chiarito che se l’attività rientra tra quelle consentita, si deve presupporre la continuazione dei controlli e dei monitoraggi, finalizzati a limitare gli impatti sull’ambiente. In caso di difficoltà nell’espletamento degli stessi (dovute all’emergenza coronavirus), è però possibile sospenderli – eccezionalmente ed informandone l’Autorità competente e gli Enti di controllo – in presenza di tre specifici presupposti:
1. i controlli non riguardano i processi di lavorazione;
2. non possono essere svolti da personale interno;
3. non possono essere svolti nemmeno da personale esterno.
All’Autorità competente andrà preventivamente comunicata anche l’impossibilità di comunicare dati alle autorità (compresi i report periodici), di trasmettere elaborati, anche relativi al riesame, e di migliorare impianti e programmi, fermo l’obbligo di realizzare gli incombenti, terminata l’emergenza, entro i termini previsti nella nota.
In allegato la nota Regionale.

Torna all'elenco