30.07.2021

Bonifica dei siti contaminati: le modifiche introdotte dal d.l. 77/2021

Anche se il P.N.R.R. non si occupa direttamente di bonifiche, fatta eccezione per i c.d. siti orfani, il tema è centrale perchè interseca quello delle nuove opere infrastrutturali.

È dunque in questa prospettiva che possiamo leggere alcune (non tutte) delle modifiche introdotte dal decreto legge 31 maggio 2021, n. 77 (Governance del Piano nazionale di rilancio e resilienza e prime misure di rafforzamento delle strutture amministrative), segnatamente dall’art. 37 recante Misure di semplificazione per la riconversione dei siti industriali che interviene su diverse disposizioni del Titolo V, Parte IV del Testo Unico Ambientale.

Per la piena attuazione delle novità forse più significative sarà però necessario attendere l’emanazione di appositi regolamenti; segnatamente, uno fisserà i valori di intervento (CSR) nelle aree marine rientranti nei S.I.N., l’altro conterrà le norme tecniche rispettate le quali il Piano della caratterizzazione di un’area in un S.I.N. potrà essere seguito senza più la necessità di attenderne l’approvazione da parte della Conferenza dei Servizi.

Leggi lo Speciale B&P dedicato alle novità sulle bonifiche introdotte con il D.L. 77/2021.

Torna all'elenco